19.12.2013

Dolci, che passione!

19.12.2013

Dolci, che passione!

Se mi chiedi di scegliere tra dolce e salato, ahimè, non ho dubbi. Il dolce batte tutto ed essere golosi non è ancora un reato.

Sono cresciuta a Catania dove ho potuto apprezzare, giorno dopo giorno, le prelibatezze della cucina siciliana, e non parlo solo della cassata, di cui tra l’altro – neanche a dirlo – sono ghiotta.

Ho avuto la fortuna di avere dei ragazzi americani come vicini di casa e grazie a loro ho imparato ad apprezzare anche i dolci americani: hanno un potere strano, una volta che ne assaggi non vorresti mai smettere!

Carrot cake multi piano, apple pie, cupcake, pancake, biscotti, cheese cake…

Per questo motivo, ho deciso di condividere tre semplici ricette: due classiche e una un po’ più sfiziosa.

La prima è la ricetta dei redvelvet cupcake.

manfrotto-cupcake

L’ultima volta ne ho fatti 6 ma sono spariti in poche ore, quindi è meglio raddoppiare le dosi!

Per 12 cupcake:

100 gr di farina di farro

80 gr di farina di riso integrale

3 Tbsp di cacao in polvere

1/2 tsp di bicarbonato di sodio (serve per attivare la lievitazione, non esagerate con le dosi sennò da un sapore troppo forte)

100 gr di burro a temperatura ambiente

160 gr di zucchero muscovado

2 uova

1 Tbsp di colorante alimentare rosso

1/2 tazza di latte

 

Per la glassa

60 gr di burro salato a temperatura ambiente

160 gr di formaggio in crema

1/2 tsp di vanillina

100 gr di zucchero a velo

 

Il forno va preriscaldato a 180°C e il tempo di cottura è di 20 minuti circa (lo stuzzicadenti per la prova va sempre bene!). Una volta cotti lasciateli raffreddare e solo allora inziate a preparare la glassa. Quando i cupcake saranno freddi, decorateli con glassa e sprinkles a piacimento!

L’altra ricetta della tradizione americana è l’apple pie. Ad ottobre abbiamo raccolto tantissime mele e farle diventare torta è sempre il modo migliore per utilizzarle.

manfrotto-apple-pie-1

 

L’impasto va diviso in due parti: 2/3 servono per la base e 1/3 per coprire il ripieno di mele. In alto vanno applicati dei piccoli fori per fare uscire il vapore durante la cottura.

Il forno va preriscaldato a 200°C, la prima cottura è di 20 minuti, poi è necessario abbassare la temperatura a 180°C per altri 20 minuti ed infine a 170°C per gli ultimi 20 minuti.

Il risultato è da leccarsi i baffi.

 

manfrotto apple pie ricetta

 

L’ultima ricetta, come dicevo, è molto sfiziosa e devo ringraziare Adrianna di A Cozy Kitchen per avermela fatta scoprire. I pancake alla zucca… con gocce di cioccolato!

manfrotto-pancacake-2

 

Al posto del buttermilk io ho usato il latte di soia, più facile da trovare in Italia, più dolce e leggero. Non li ho cotti in forno ma in padella. Io ne ho una dove riesco a cuocere 7 mini pancake insieme, ma una qualsiasi padella antiaderente andrà benissimo. Non appena i pancake iniziano a fare le bollicine potete girarli per completare la cottura.

Danno il loro meglio quando sono caldi e le gocce di cioccolato sono ancora fuse. Lo sciroppo d’acero fa il resto!

manfrotto-pancake-di-zucca-gocce-cioccolata

Ho sempre avuto una passione per il cibo (si narra che la mia prima parola fu latte!).

Crescendo si è unita quella per la fotografia. Dall’unione tra le due è nato il mio blog dailybreakfast.net dove in breve tempo è arrivata, in immagini, anche la mia passione per i viaggi.

Guest blogger: Laura La Monaca

Blog: dailybreakfast.net

Instagram @superminilau

Facebook dailybreakfast

Top