19.09.2012

Street art

19.09.2012

Street art

Christian Faller approfondisce l’arte di strada di Monaco e scopre splendide immagini.

 

Monaco – solo il villaggio più grande della Germania?

Monaco, la città dei pretzels e dei pantaloni di pelle! Della barba e della musica folk! A Monaco la tosta, provocante e illegale arte di strada e i graffiti erano impensabili fino a qualche anno fa. Non a caso viene chiamato “il villaggio più grande della Germania”. Ecco perché spesso si sorride del piccolo ambiente dell’arte di strada e della scena graffiti nella capitale Bavarese delle salsicce bianche. Berlino e Amburgo erano viste come le vere roccaforti del movimento dell’arte urbana. Chiunque volesse farne parte, doveva lasciare Monaco ed emigrare.

L’arte urbana si consolida

Fortunatamente quei tempi sono passati. Passeggiando per la città si trovano regolarmente adesivi colorati e graffiti sulle pareti delle case, segnali stradali, distributori di sigarette e ponti. Carri arati e bombardieri B52 distribuiscono cuori sulla città e sulle mura.

All’avanguardia di questo movimento c’è il quartiere Glockenbach – l’area trendy di Monaco. Ma anche intorno all’est e alla stazione centrale e nello Schlachthof ci sono molte cose da esplorare se hai occhio per il cambiamento. Le scimmie spalancano la bocca dai segnali di divieto di sosta su coloro che osano parcheggiare l’auto. Una sciarpa fatta ai ferri è avvolta intorno a un albero sulla sponda dell’Isar e lo tiene caldo – anche d’estate.

Lo sviluppo della città può essere seguito da chiunque online. Diversi blog e articoli raccontano delle opere d’arte che spuntano ovunque attraverso la città. Uno di questi è streetartblog. Per più di quattro anni il blog ha quotidianamente condiviso l’arte di strada, i graffiti e altre cose belle – l’attenzione è sempre su Monaco.

Monaco – luogo di pellegrinaggio per l’arte urbana

L’ovviamente crescente importanza di Monaco sulla scena dell’arte da strada è in parte il risultato della quarta edizione di “Stroke – Fiera di Arte Urbana” che ha portato un numero record di persone sull’isola di Pater e l’interesse per Monaco non si ferma. Ogni giorni, i graffitari si incontrano per dipingere le mura della città. I luoghi autorizzati sono rari e anche gli spazi illegali sono difficilmente disponibili. Quindi, molti graffiti coprono le mura, come quelle di Tumblinger Straße o Schlachthof che vengono ridipinte e riempite di nuovi graffiti dopo solo pochi giorni.

 

Da outsider a protagonosta della scena internazionale

Come risultato, sempre più talenti dell’arte di strada da Monaco si stanno costruendo una reputazione nel mercato dell’arte internazionale. Loomit, Won ABC e Flyn, I am Ugly e Skore 183 sono solo alcuni degli artisti più conosciuti.

Finalmente. Il tempo della noia e dell’ultra-conservatorismo è finito – Monaco ha cementato il suo posto sulla scena dell’arte di strada!

Top
I nostri brand