01.07.2013

Fotografia e Blogging: Intervista con… Jeanine Stewart

01.07.2013

Fotografia e Blogging: Intervista con… Jeanine Stewart

jeanine stewart 1260

Sono una grande amante della fotografia e ho sempre seguito con passione i blog tenuti da fotografi, perché ritengo comunichino molto di più rispetto a un “freddo” sito. Se il fotografo si mette in gioco e condivide se stesso e la propria vita, il blog permette di scoprire cosa si nasconde dietro a una foto: non è bellissimo vedere un’immagine e comprenderne il significato, intuire un momento di vita, essere colpiti dalla proiezione di uno stato d’animo? Ho quindi deciso di intervistare alcuni dei miei fotografi/blogger preferiti per capire il rapporto tra fotografia e blog.

Il primo blog di cui vi racconto è Wonderings and Wanderings, di Jeanine Stewart, una perfetta commistione tra immagini e parole. Divisa per alcuni anni tra Canada e Londra, per via di un amore a distanza, Jeanine ha messo molto di sé nel blog, raccontando momenti di gioia e di estrema difficoltà, grandi entusiasmi ed enorme sconforto, paura di non farcela e un grande lieto fine, il matrimonio. Tutto questo testimoniato dalle sue foto, delicate e poetiche, grazie anche all’utilizzo della pellicola, la cui sgranatura rende le immagini ancora più sognanti. Le sue parole e le foto si trovano sul blog Wonderings and Wanderings, mentre il portfolio fotografico è sul suo sito.

jeanine stewart_1 web

Com’è nato il tuo amore per la fotografia?

Penso di aver sempre coltivato un amore segreto per la fotografia. Mio padre aveva una camera oscura quand’ero piccola e ho un vago ricordo di grandi foto galleggianti nella soluzione sotto la luce rossa. Ne ero affascinata.  Nonostante ciò, non ho mai cominciato a fotografare veramente finché non ho aperto il blog. Ho acquistato una compatta Canon, che è diventata immediatamente un’ossessione. Era così comodo mettersela in tasca e portarsela dietro ovunque! Nel 2010 ho acquistato la Pentax K1000 ed è stato amore a prima vista. Ho detto addio alla fotografia digitale e non mi sono mai più voltata indietro.

jeanine stewart_3 web

Qual è il tuo soggetto preferito e perché?

Gli still life. Piccole parti di un insieme. Sguardi sulla vita quotidiana. La vita è piena di oggetti interessanti e anche la cosa più prosaica custodisce un accenno di meraviglia. Mi incantano i piccoli momenti, la luce, il cucchiaio sul bancone, le lenzuola stropicciate, il sole che filtra tra le persiane, una tazza di tè caldo, le piccole cose che compongono un giorno, una vita. Quando esco con la macchina fotografica, cerco di vedere le cose come se fosse la prima volta. Mi piace avvicinarmi alle cose ed è per questo che scatto principalmente con un 50 mm. E la luce. Cerco sempre la luce, non riesco a resistere al suo fascino.

jeanine stewart_4 web

Perché scatti in analogico?

Mi piace che le mie foto evochino una certa nostalgia. Quando scatti, il momento è già svanito e rimane solo quello che è impressionato sulla pellicola. Quando si sviluppa il rullino, si rivivono tutti i momenti passati e già dimenticati. L’utilizzo della pellicola mi fa rallentare e vedere veramente le cose. Mi sembra un approccio più consapevole e intenzionale alla fotografia. Mi costringe a prestare attenzione.

Perché hai aperto un blog? Era un modo per mostrare le tue foto oppure le foto erano unicamente un complemento alle parole?

Entrambe. A volte le foto fanno da cornice alle parole. Altre volte sono le foto a raccontare una storia. Ho lo stesso amore per immagini e parole.

jeanine stewart_5 web

Ti è utile il blog per promuovere il tuo lavoro?

Certamente. Quando ho iniziato a scrivere il blog, era soprattutto un modo per tenere aggiornata la mia famiglia sulla mia vita e per mostrar loro foto del mio giardino.  In seguito, si è trasformato in uno spazio creativo e ho cominciato a selezionare le foto che postavo e lì le persone hanno cominciato a prestare interesse.

Vorresti che la fotografia diventasse il tuo unico lavoro?

Ci penso spesso. In un certo senso sì, ma la fotografia è anche il mio yoga, la mia meditazione, il mio Zen. Preferisco rimanga così. Non voglio che diventi controllata o peggio, un’incombenza.

jeanine stewart_6 web

jeanine stewart_7 web

Mi chiamo Cinzia Ferri, passo buona parte del mio tempo a sognare viaggi, scattare foto, cucinare dolci e a leggere libri. Scrivo di tutto questo sul mio blog,  su Twitter e su Facebook.

Top
I nostri brand