04.11.2013

Spesa 111 ovvero La Spesa contemporanea

04.11.2013

Spesa 111 ovvero La Spesa contemporanea

Cimone spesa

Da principio c’era il km 0. Poi è stato un fiorire di orti sui balconi, in mezzo alla città.

Per chi non può permettersi l’orto sul balcone perché ahimè, ha poco spazio a loro disposizione esistono innumerevoli servizi di consegna a domicilio di verdure, ortaggi, legumi, frutta e tante altre cose buone, compresi yogurt, formaggi e carne.

Poi è arrivato lui, Alessandro Chareun di #Spesa111 che ha trasformato il modo di vedere e interpretare il famigerato e temuto km 0: un’attenta e accurata selezione di produttori e prodotti sul territorio piemontese, tutti a un centinaio di Km dalla città di Torino.

Spesa111 contemporanea

Così Alessandro ci spiega ‘Spesa111” : il 111 non è solo il numero civico, ma intende essere il raggio di km entro i quali i prodotti devono essere individuati (indipendentemente dalla “definizione ufficiale” del km 0 ). Si intende puntare fortemente sulla vera etimologia del nome, quindi “SPESA” (focalizzandosi sull’accezione alimentare del termine), e “111” appunto il raggio di km di riferimento entro i quali si svilupperà anche una corretta informazione al fine di rendere l’utente ulteriormente consapevole delle proprie scelte alimentari.

cucina-to da spesa111

Alessandro ha inaugurato il suo progetto a Luglio di questo anno. Sta iniziando con le consegne a domicilio e a breve, sul sito internet che è in fase di costruzione e implementazione, sarà presente anche un carrello dove creare il proprio paniere on line, con selezione dei prodotti preferiti. Le opzioni di consegna sono due: ritiro presso il punto vendita oppure consegna a domicilio: per questo Alessandro richiede la disponibilità ad accordarsi e a mediare sulle modalità di consegna settimanali in Via Madama Cristina (inizialmente sarò da solo e dovrò fare “tutto a piccoli passi ma fatti bene” di conseguenza chiedo che ci si possa “venire incontro”).

sidro mele pere Danesa KM111

Da #Spesa111 ho trovato un ampia scelta di prodotti e produttori, tutti o quasi con certificazioni biologiche (il quasi sta a significare che manca davvero poco tempo per ottenerle): Il Cuore della frutta di Villar Dora a Km23, che produce succhi di frutta 100% naturali, senza additivi e conservanti. Il Trifoglio di Buriasco a km27, Cooperativa Agricola di prodotti caseari; Cucina-TO, Gastronomia artigianale a Torino, a km3, che produce vere e proprie delizie di stagione, il pronto di qualità. Di Sana Pianta, Azienda Agricola di Murisengo , a km36, ortaggi di provenienza sicura, in cui la parola sana va a braccetto con pianta. L’Agrimacelleria Cascina Anziano a Costigliole D’Asti, a km48, allevamento e carni bovine a regola d’arte. Cascina Agrinova, Azienda Agricola e Susa, km49, frutti di bosco, patate di montagna, erbe officinali, confetture.

mele golden e patate di montagna spesa111 918x609

zucchette 1024x683

TIPS Fotografiche

Luce: preferisco scattare con luce naturale per quanto sia possibile per poter ridurre al minimo la post produzione, che uso davvero pochissimo

Orario: scelgo sempre la mattina e mai l’ora di pranzo, che crea ombre troppo nette, soprattutto se devo fare foto di food

Accessori: per la stabilità dello scatto a volte uso un treppiede, altre volte se sono soggetti più distanti preferisco tenere la macchina fotografica in mano, senza alcun sostegno

 

Spesa 111

Via Madama Cristina 111/B

Torino

Telefono 3389403141

Mail: spesa111@gmail.com

twitter @spesa111

 

un-tocco-di-zenzero-creative-cooking

Guest Blogger: Sandra Salerno di Un Tocco di Zenzero

Per gli appassionati di cucina che cercano “quella” ricetta o l’ispirazione per un nuovo piatto, per chi vuole leggere, aggiornarsi e scambiare opinioni sul mondo del food in maniera informale e non solo tra“addetti ai lavori”: a loro è dedicato “Un tocco di zenzero”, blog al settimo anno di vita, ideato da Sandra Salerno, classe 1967, food writer, food blogger e consulente enogastronomica. Un tocco di zenzero, che prende in prestito il suo nome da quello dell’omonimo film greco del regista Tassos Boulmetis, candidato all’Oscar nel 2005 come migliore pellicola straniera, è nato dalla passione di Sandra, cuoca autodidatta, per la cucina, e raccoglie più di 1000 ricette: dagli appetizer, alle paste fresche, dal finger food, alla piccola pasticceria menù delle feste, fino a quelli per celiaci e per quanti soffrono di intolleranze alimentari.

Una piccola enciclopedia culinaria, dunque, da cui attingere per creare menù inediti per pranzi e cene adatti a tutte le occasioni: più formali e raffinate, oppure semplici e veloci, ma sempre gourmandes.

Le mie ricette – racconta Sandra Salerno, torinese – nascono dal mix della tradizione piemontese con quella provenzale e dell’Europa mediterranea, dai miei viaggi e da spunti presi a prestito e rielaborati dalla cucina francese, spagnola, ma anche dalla New American Cuisine d’Oltreoceano”.

Oltre al suo blog, che si è aggiudicato nel 2009 il prestigioso primo premio nella categoria food & wine dei Macchianera Blog Awards 2009, Sandra cura consulenze per produttori piccoli e grandi, collabora alla pubblicazione di libri e scrive per portali web.

Da circa due anni Sandra ha sviluppato la sezione Travel, dedicata ai viaggi del gusto. Un tocco di zenzero alla scoperta del mondo attraverso le cucine degli altri.

 

Su Sandra Salerno:

Profilo Twitter di Un Tocco di Zenzero 

Profilo Instagram di Un Tocco di Zenzero

Profilo Facebook di Un Tocco di Zenzero

Top
I nostri brand