03.03.2014

Eleganza shabby chic

03.03.2014

Eleganza shabby chic

Sono diventata una blogger per amore della casa e dello stile shabby chic.

Per chi non lo sapesse, shabby chic è un termine inglese che si può tradurre con usurato chic.

Il termine sahbby chic apparve per la prima volta sulla prestigiosa rivista inglese ” The World of interiors” negli anni ottanta, per descrivere la tendenza in voga in Inghilterra.
Nato come stile anticonformista, lo shabby chic degli esordi si ispirava agli interni country delle vecchie dimore di campagna con i loro vecchi mobili e i tessuti sbiaditi, per creare ambienti sobri ed eleganti xon una spesa contenuta.
Lo stile shabby chic nasce, quindi, dall’amore per l’antico, più precisamente per il vecchio da mercatino, di scarso valore e reinterpretato in uno stile che segue alcune regole:

– mobili e accessori devono mostrare l’usura e la patina del tempo e se questi segni non sono evidenti verranno ricreati artificialmente
– il colore dominante è il bianco seguito da grigio e colori pastello.
– se queste non sono evidente vengono ricreate artificialmente”.

(da La Magia del Bianco-lo stile shabby chic in Italia)

Anche in Italia, da qualche anno, sta crescendo l’attenzione per questo stile, soprattutto per la sua versione più elegante e raffinata, di gusto quasi francese che, infatti, potremmo definire “French chic“.

Ed è proprio questo il mood che ispira la casa che ho,recentemente, fotografato e di cui potete vedere le immagini.
Una costruzione “alto-borghese” del XIX secolo, alleggerita nelle sue parti più severe dalla patina bianco latte che la padrona di casa ha dato personalmente alla maggior parte degli arredi e degli oggetti.

E’ una casa “work in progress” che ha ancora elementi da trovare e da inserire e, alcuni mobili, specialmente nella sala da pranzo, hanno ancora il loro aspetto scuro e severo perché i precedenti abitanti, genitori e suoceri degli attuali, sono estremamente riluttanti ad accettarli sbiancati.
Sarà una lenta opera di convincimento che piano, piano darà, sicuramente, i suoi frutti.

La cucina è la mia stanza preferita. Molto ampia, è suddivisa idealmente in due zone distinte da un bancone da lavoro nato originariamente come bancone da negozio e da una credenza “decapati”.
La zona cottura è di fattura contemporanea, anche se riprende le linee della vecchia cucina di campagna di gusto francese e un grande camino in mattoni dono ancora più calore all’ambiente.
Molto romantica la zona pranzo con il grande tavolo rotondo e le graziose sedie imbottite e ricoperte in lino ecru.

Decisamente shabby chic la credenzina ad etagère, recuperata letteralmente dall’immondizia e patinata dalla padrona di casa.

Molto elegante la grande porta a vetri con modanature a rilievo che divide la sala da pranzo dalla zona salotto e televisione.

In ogni ambiente si respira un aria di “casa di famiglia” anche grazie ad abitini, giocattoli, fotografie e teneri oggetti che ci ricordano che qui abitano ben tre bambini, di cui uno di appena un anno.

Tenere camere da “principino” decorate con amore da una mamma che realizza ricami e oggetti di pregevolissima fattura.

Per fotografare gli ambienti ho usato uno zoom grandangolare 17-50 mm f 2,8 con un’apertura di 7,1 per avere una buona profondità di campo ma che non mi consentiva un tempo di scatto abbastanza veloce per scattare a “mano libera”.

Pertanto ho posizionato la mia Canon 7d sul treppiede con testa a sfera a sgancio rapido. L’ideale sarebbe stato quello di scattare con un telecomando ma, non avendolo a disposizione ho impostato lo scatto ritardato di due secondi.

Per i dettagli, invece, ho utilizzato un obiettivo luminoso, un 50 mm f 1,4 che mi ha permesso di ottenere un gradevole sfondo sfocato.
Adoro fotografare i dettagli perché sono proprio questi a fare la differenza!

Mari

Decoratrice, blogger e fotografa. Specializzata in decorazioni di pregio e trompe l’oeil, unisce la passione per la fotografia con quella per la decorazione e l’arredamento in particolare in stile shabby chic.
Ha scritto con Cinzia Corbetta il libro “La Magia del Bianco, lo stile shabby chic in Italia”, in cui si è occupata della parte fotografica.
Ama le persone e adora fotografarle nella vita di tutti i giorni e nei loro giorni speciali, come quello del matrimonio.

Blog
Facebook
Isuu

Top
I nostri brand