14.04.2014

Giuliette Brown

14.04.2014

Giuliette Brown

Eclettica, retrò, gusto francese… la creatività di una Slash Girl fiorentina.

Cosa c’è di più bello di indossare un capo che ti piace tantissimo…il fatto che lo abbia creato una tua cara amica. La collezione Giuliette Brown che ha visto il suo lancio ufficiale durante la scorsa settimana della moda a Milano, nasce dalla mente e dalla creatività di una slash girl fiorentina, Giulia Bruni, stylist designerreporter blogger e mamma! Una linea eclettica, retrò, dal gusto francese e vintage, un po’ come lei insomma.

Costituita da 23 pezzi in tutto, numero non casuale che rimanda al colpo di fortuna. Tema della collezione “il bosco”, fantasie legate alla foresta sono infatti protagoniste di questa piccola linea, nonché un legnetto sul cartellino total white. Si possono ammirano farfalle e colibrì che svolazzano sui pantaloni come un simbolo di libertà, dinamicità e spensieratezza, elementi fondamentali per la creazione del proprio look. Orgogliosamente prodotta tutta in Italia, Giuliette Brown nasce con la voglia di colpire e di farsi volere. E non può essere così: ogni capo, ben curato e dai materiali ricercati, cotone, acetato e fibre metallizzate, vuole essere il TDF (to-die-for) per ogni potenziale acquirente.

Jacquard francesi, dal gusto retro’, per una viaggiatrice cittadina del mondo. Linee morbide, sexy, dal gusto vintage che fanno sentire la donna speciale ed unica. Gonne e pantaloni o paltò  che rimandano immediatamente ad un epoca recente ma passata. Capi con cui non passi inosservata, glam e protagonisti, coi quali non sarà necessario altro per abbellire il proprio outfit.

Nel mio caso ho scelto il cappottino nero con farfalle,  Cocoon style, con un  richiamo vintage agli anni ’50. L’ho abbinato ad un dolcevita basico nero, pantaloni rossi morbidi e corti alla caviglia di Zara. Le scarpe di Nora scarpe di Lusso, contribuiscono a sottolineare un mood vagamente retrò. Il tocco glam nel rossetto rosso necessario a illuminare e un anello di bigiotteria vintage comprato tanti anni fa ad un mercatino dell’antiquariato a Sarzana.

Per esaltare il capo e trovargli un giusto contesto fotografico ho passato la palla a Giorgio il quale,  osservando il tessuto nero quasi tecnico, le farfalle argentate con piccole striature viola, volate via come da una fiaba,  ha pensato di uscire dagli schemi più abituali. Voleva contrasti forti in un ambiente insolito, quasi alieno, come quelle farfalle dalle luci e colori surreali; si è affacciato in un cortile e ha scovato questi rampicanti seccati, attaccati quasi disperatamente su quella parete consumata e quelle piante così verdi dalle foglie appuntite, come se volessero catturarti. Gli è piaciuto il contesto e mi ha detto: ” qua … queste farfalle voleranno perfettamente“. Anche da un punto di vista tecnico ha voluto mettere qualcosa di insolito e così ha deciso di utilizzare un vecchio flash della Contax, un TLA200 (ultimamente lo usa spesso), l’ha montato sulla sua reflex con un 24-70 2.8 ed ha cominciato a scattare. Questo flash spara lampi molto forti e ovviamente non funziona in TTL perciò ha utilizzato la macchina fotografica in manuale, diaframmi compresi tra 8 e 11 e tempi di scatto attorno ai 60 secondi. Ovviamente ha dovuto post-produrre un pò,  lavorando principalmente sul recupero delle alte luci.

Speriamo di cuore che vi sia piaciuto. Nel caso vogliate sapere qualcosa di più su Giulia potete leggere questo breve Chatting with dove troverete anche i riferimenti al suo blog.

Sandra

Mi chiamo Sandra, ho 47 anni, insegno matematica e ho un blogger di moda da circa tre anni: http://www.smilingischic.com.  Prediligo i contrasti e sono per natura incredibilmente curiosa; questo mi ha spinto a non rinchiudere la mia esistenza in stereotipi e regole imposte dall’età o da un ruolo lavorativo.
Anche la moda che amo e che seguo è quella colorata, originale, ironica e accessibile.  Infatti, l’aspetto che mi ha sempre più affascinato è stato quello del mescolare capi diversi che mi potessi permettere economicamente. In fondo è così facile vestirsi con gusto se si possiedono cifre elevate … ma molto più divertente è la ricerca, il riutilizzo, lo sperimentare. Il blog è nato da una sfida, nei confronti della tecnologia, nei confronti di una società che giudica  ancora troppo dall’apparenza. L’obiettivo principale è stato però quello di unire il mio amore per la moda con la convinzione che il sorriso sia la nostra arma più potente, come approccio, come cura e come dono.  Così il  blog… la mia creatura…è cresciuta negli anni coniugando la mia passione per la moda e quella di Giorgio, compagno della mia vita,  per la fotografia e per lo streetstyle.  Come in un puzzle che talvolta penso fosse stato disegnato da  tempo. Adesso il  blog è diventato…nostro… e riempie quasi tutto il tempo libero che abbiamo,  offrendoci  inaspettate e gradite occasioni di divertimento, condivisione, incontro e … lavoro. 

Una sfida vinta contro me stessa.

“…Coltiviamo un sorriso che sia come la nostra vita: vario, diverso, armonioso e generoso…”

Puoi trovarmi anche su : Facebook , Pinterest, Twitter, Instagram e Google +. 

Facebook: https://www.facebook.com/pages/Smilingischic/219493101432679?fref=ts
Twitter: https://twitter.com/SandraBacci
Instagram: http://instagram.com/smilingischic
Pinterest: http://www.pinterest.com/smilingischic/

Top
I nostri brand