13.07.2015

Paesaggi: il linguaggio delle nuvole

13.07.2015

Paesaggi: il linguaggio delle nuvole

Questa settimana ho deciso di parlarvi dei paesaggi. Vi mostrerò una serie di scatti catturati tra Svizzera ed Italia. Di solito, quando sono in viaggio, sia che mi sposti in auto, a piedi, o, come vedrete, sulle piste da sci, a qualsiasi altitudine e temperatura, mi piace fare soste sulla via. Mi lascio sempre guidare dalla luce e dalle nuvole per i miei scatti panoramici. Preferisco le giornate dal tempo mutevole: un cielo troppo blu mi lascia indifferente. Adoro il vento, le nuvole e le storie che raccontano. Mi piace immaginare i dialoghi tra gli elementi che ci circondano, quindi perché non giocare con loro, in modo da conferire ai miei scatti uno stile surreale, grazie a colori saturi e moltissimi dettagli. Come pittrice in erba, ammetto che spesso confronto il mio metodo di lavoro al modo in cui mi siedo dietro al cavalletto, ammirando un panorama. Strato su strato, metodicamente, raggiungo il risultato desiderato, usando le mie dita come pennello e la mia fotografia come tela.

IMG_2

Gallipoli, Italia | Luglio, 2014

Da circa 3 mesi uso quasi sempre la stessa app e gli stessi strumenti per l’editing delle fotografie di questo tipo.

7

Lungern, Svizzera | Ottobre, 2013

Non vi sorprenderete sentendomi parlare di “HDR” (ampia gamma dinamica), che è comunemente usata per immortalare i paesaggi. L’app #ProHDR è facile da usare. Utilizza 3 fotografie scattate da un singolo punto di vista ma diversi livelli di esposizione e le combina, in modo da conservare le zone di luce ed ombra esposte al meglio.  Dovrete restare assolutamente immobili durante lo scatto. Io non utilizzo un treppiede, ma cerco di trovare qualcosa su cui appoggiarmi (una staccionata, un muro, la spalla di un compagno di viaggio o anche il terreno).

IMG_3

Siena, Italia | Dicembre, 2014

La seconda app con cui rifinisco i miei scatti è #Snapseed. Solitamente procedo come segue in TOOLS (strumenti):

  • Ritaglia
  • Transformation (trasformazione): per ritagliare l’immagine
  •  Selective Correction (correzione selettiva): per rifinire una fotografia come quella di seguito (con le case colorate), in cui posso aggiungere luce, contrasto e saturazione.
  • Vignettatura

Quindi FILTERS (FILTRI):

  • Theatrical (teatrale): una volta sceglto il filtro, abbasso il suo livello di intensità al minimo, ma aumento la saturazione.
  • Effetto HDR: Nature (natura) o People (persone), di nuovo, diminuisco l’intensità del filtro e imposto il livello di luminosità e saturazione. Fatto ciò, salvo e cambio nuovamente app, usando #PSExpress, che è davvero indispensabile. Sotto lo strumento “correction” (correzione), si trova “Reduce Noise” (riduci disturbo), per eliminare eventuali distorsioni dal mio scatto. A questo punto il ritocco è finito ed ecco alcuni esempi dei risultati ottenuti:

IMG_6

Boccadasse, Italia | Settembre, 2014

Non posso sempre usare ProHDR quando mi trovo ad altitudini elevate, quando ci sono -3 °C, mentre sono al volante di una fiat 500 decappottabile, con i capelli scompigliati dal vento, oppure mentre guido per le campagne toscane. In questi casi uso semplicemente la fotocamera del mio iPhone e regolo le impostazioni della fotografia grazie a Snapseed, come spiegato in precedenza.

IMG_5

Siena | Novembre, 2014

IMG_8

Crans-Montana, Cry-d’Er, Svizzera | Febbraio, 2013

IMG_1

Crans-Montana, Violettes, Svizzera | Gennaio, 2015

Sarà bellissimo essere ancora qui con voi per l’ultima parte di quest’avventura con Manfrotto. Vi aspetto la prossima settimana! Cercate di sfruttare al meglio gli elementi!

Tiziana Vergari

Mi chiamo Tiziana Vergari. Sono svizzero-italiana: nata a Ginevra, ora vivo nel cuore delle Alpi svizzere. Sono una pittrice e un artista. Sono appassionata di fotografia fin da quando avevo 15 anni e, dal 2010, mi occupo di IPhoneografia. Dal 2011 sono presente su Instagram, con il nome @tizzia. Adoro guardare il mondo attraverso la fotocamera del mio iPhone e immortalare ciò che il mondo ha da offrire. Scattare e modificare fotografie di ciò che amo e amo ciò che fotografo. Racconto storie attraverso immagini e viaggio regolarmente per esplorare spazi culturali, artistici e storici. I miei scatti hanno vinto premi e sono stati pubblicati in diverse riviste. I miei lavori sono stati esibiti in gallerie d’arte in tutta Europa, come Lugano, Milano, Londra e ora a Pietrasanta.

Top
I nostri brand