23.11.2015

Fotografare una ricetta step by step

23.11.2015

Fotografare una ricetta step by step

Quando ho aperto il blog, la fotografia ricopriva un ruolo marginale in ogni post. A dir la verità anche la scrittura non era il focus dei miei post, quello sul quale mi concentravo ogni volta era la ricetta, nella sua essenzialità.

Sono passati gli anni, e ormai ogni post è come una sinfonia in cui tutti gli elementi devono cantare la stessa melodia, raccontare la stessa storia. La ricetta è sempre l’elemento fondamentale, ma è introdotta e accompagnata da foto e testi, che si aiutano a vicenda nel comunicare le stesse sensazioni e la stessa atmosfera.

Solitamente scelgo foto di ingredienti o foto del piatto finito, è difficile che in un post per il mio blog faccia anche lo step by step dell’esecuzione della ricetta. Spesso sono portata a questa scelta da due problemi di base: da una parte c’è la mancanza di tempo, visto che sono sempre di corsa tra una ricetta fotografata e un corso di cucina, dall’altra la mancanza di un soggetto che si presti ad essere fotografato.

A dir la verità le passo passo di una ricetta potrebbero anche essere fatte senza soggetto umano, semplicemente inquadrando i passaggi successivi che illustrano l’esecuzione della ricetta. Questo è lo stratagemma a cui ricorro più spesso quando devo fornire a un committente anche gli step intermedi della ricetta. Il problema che emerge in questo caso è la mancanza dell’elemento umano che invece rende più coinvolgente una mera sequenza di passaggi altrimenti troppo freddi e distaccati.

Altra possibilità è quella di usare l’autoscatto e via via sistemarsi di fronte alla macchina fotografica per scattare alcune istantanee dell’esecuzione: in questo caso impugno un mestolo, verso la farina, giro un impasto. La difficoltà in questo caso è invece organizzativa: non solo si tratta di passare continuamente davanti e dietro alla macchina fotografica, ma molto spesso è anche necessario lavarsi le mani, scuotersi di dosso la farina… la mia macchina fotografica è sempre immersa nell’ambiente, e con questo intendo coperta di farina quando va bene o nel peggiore dei casi raggiunta da qualche schizzo di impasto. Non tutti sono però altrettanto permissivi con la propria macchina!

Quando però la ricetta è particolarmente complessa, o quando la storia che si vuole raccontare è legata a doppio filo all’esecuzione della ricetta, allora è interessante anche dedicarsi alla rappresentazione fotografica di ogni step.

In questo caso ho avuto la fortuna di potermi affidare a un ‘modello’ che si è reso disponibile a interpretare gli step della ricetta.
Ho deciso di concentrarmi per queste foto passo passo su tre/quattro inquadrature diverse, variandole a seconda dell’esigenza. Troppe inquadrature avrebbero creato confusione, rendendo più difficile anche seguire lo svolgimento della ricetta. Un’unica inquadratura sarebbe invece risultata troppo noiosa.

step1

step2

Un passaggio elementare, come quello di schiacciare le patate, diventa una buona foto se ripresa alla stessa altezza del gesto. Lo stesso per la grattugia quando arriva il momento di grattare il formaggio nell’impasto delle polpettine.

step3

Cambia inquadratura per mostrare la consistenza dell’impasto.

step4

Ci si sposta sul fuoco e cambia di nuovo inquadratura, per evidenziare anche la fiamma del fornello.

step5

In questo caso ho scelto una soggettiva per mostrare bene come avvolgere la polpettina nelle foglie di verza appena sbollentate.

step6

Siamo quasi alla fine. Prima di infornare si sistemano le polpette in una pirofila e si coprono di salsa di pomodoro.

involtini

La ricetta è pronta, e ci torna a una foto più classica, con il piatto finito. Buon appetito!

Giulia Scarpaleggia

Insegnante di corsi di cucina toscana per turisti, food blogger, food writer e food photographer toscana, 34 anni, di Colle Val d’Elsa (Siena).
Ho aperto il mio blog nel febbraio 2009. A Gennaio 2012 ho iniziato a lavorare a tempo pieno come food blogger e insegnante di corsi di cucina.
A dicembre 2012 è uscito il mio libro I love Toscana, Food Editore, in Italiano e in Inglese.
A settembre 2013 ho vinto il Macchianera Food Award come miglior foodblogger italiana.
A settembre 2014 è uscito il mio secondo libro Cucina da chef con ingredienti low cost, BUR.

Blog: www.julskitchen.com
Twitter: @JulsKitchen
Facebook: Juls’ Kitchen
Pinterest: Juls’ Kitchen
Instagram: JulsKitchen

Top
I nostri brand