19.04.2016

Treppiede o stativo?

19.04.2016

Treppiede o stativo?

L’illuminazione costante e ben bilanciata permette di ottenere fotografe di qualità e dato che non ho uno studio sufficientemente luminoso dove allestire i miei set fotografici spesso mi è necessaria una luce al led supplementare.

foto 1

foto 2

Per sostenere l’apparecchio luminoso utilizzo il treppiede che assume in questo caso la funzione di stativo, il termine anche se sinonimo del precedente ne indica e sottolinea la condizione di necessaria staticità.

foto 3

L’elemento luminoso è normalmente corredato da alcuni filtri colorati che consentono di schermare la luce per intervenire sull’intensità e sulla sfumatura e ottenere così interessanti effetti visivi. A completare il set fotografico utilizzo dei pannelli riflettenti in tessuto bianco argento o dorato oppure in polistirolo, molto utili in questo caso le cassette usate dalle pescherie, una volta pulite sono perfette in quanto i lati ne consentono l’appoggio.

foto 6

foto 7

La fonte naturale nel mio studio proviene da sinistra, per eliminare il forte contrasto di ombra ho quindi posizionato l’elemento luminoso sulla destra quasi alla stessa altezza del soggetto cercando di appianare  i contrasti di luce.

Sarebbe utile avere in dotazione due differenti supporti, uno per la macchina fotografica e l’altro per la luce, nel mio caso il treppiede assolve perfettamente la sua funzione anche se mi piacerebbe un prodotto più specifico come ad esempio lo Stativo base di studio Manfrotto, un modello base che fa parte della vasta linea di stativi in grado di soddisfare differenti esigenze anche di carico.

 

PRODOTTI MENZIONATI: Stativo base studio nero (SKU 299B)

 

Simonetta Chirurgi

Lasciato il mondo della moda, mio primo amore e lavoro, ho scoperto una grande passione per la natura e le piante.
Pratico e sperimento nel bosco-giardino della casa di famiglia nell’entroterra ligure, scrivo e fotografo per alcune riviste di giardinaggio e nel mio blog condivido esperienze ed informazioni con tutti gli amanti del giardino.
A marzo 2015  ho pubblicato ” Buon Gardening! Coltivare piante e fiori in giardino e terrazzo, utilizzare in casa e cucina”.
Ed aprile 2016 “Più orto che giardino, come coltivare verdure felici e fiori gentili” entrambe editi da Mondadori.

Top
I nostri brand