MarcoRiva for Manfrotto Hover-25

09.04.2018

Al lago con il mio zaino per drone Hover-25

written by:
Marco Riva

09.04.2018

Al lago con il mio zaino per drone Hover-25

Le riprese aree sono parte integrante delle mie produzioni per questa ragione il drone DJI Spark è sempre presente nel mio corredo video.
Sebbene sia stato progettato per essere trasportato ovunque senza creare troppo ingombro, DJI Spark, data la sua fragilità, necessita di un alloggio che lo protegga dagli urti e dai danni causati dagli agenti  atmosferici.

MarcoRiva for Manfrotto Hover-25
Fino a qualche settimana fa ero solito trasportarlo nell’apposito alloggio di polistirolo fornitomi all’acquisto, tuttavia, ciò comportava, in caso di trasporto, un ulteriore aumento di volume del mio vecchio zaino e quindi una minore praticità.
Il mio zaino ideale deve avere abbastanza spazio per: il corpo macchina, un paio di lenti, il microfono, il monitor esterno, il laptop, l’hard disk, l’action camera, un cambio di abiti e, ovviamente, un alloggio idoneo al piccolo Spark.
Deve inoltre essere provvisto di un alloggio esterno dove posizionare un cavalletto leggero (come il Manfrotto BeFree Advanced).

MarcoRiva for Manfrotto Hover-25
Lo zaino Aviator Hover-25 va incontro a gran parte di queste esigenze. Sebbene sia stato inizialmente pensato per il Dji Mavic, l’Hover-25 soddisfa a pieno le mie necessità.
Infatti, grazie alla presenza di divisori intercambiabili in velcro, che permettono di adattare con facilità l’interno della borsa in base all’equipaggiamento da trasportare, sono riuscito ad organizzare l’interno rendendolo così perfetto per accompagnarmi nelle mie attuali escursioni per la realizzazione di video. Avendo la fortuna di vivere a Lecco, ad un passo dalle splendide montagne che la cingono e la impreziosiscono, ho radunato le mie attrezzature all’interno dell’Hover 25 e mi sono recato nel parco naturale del Monte Barro.

MarcoRiva for Manfrotto Hover-25 MarcoRiva for Manfrotto Hover-25
Riempiendo lo zaino ho percepito subito di avere a che fare con un prodotto realizzato con materiali di ottima qualità e con grande attenzione per i dettagli, soprattutto nelle cerniere.
Il peso dello zaino vuoto è praticamente irrisorio e questo offre l’opportunità di includere al bagaglio anche qualche snack ed una borraccia d’acqua.
Trovo molto azzeccata anche la scelta dei colori dello zaino, grigio e verde fluo che risultano ben accostati, accattivanti e gradevoli allo sguardo.
Anche per quanto concerne le tasche esterne, l’Hover 25 permette una grande adattabilità. E’ possibile infatti modificarle per diverse tipologie di materiale trasportato.

MarcoRiva for Manfrotto Hover-25 MarcoRiva for Manfrotto Hover-25
Questo è il setup da me adottato.
Tasca di sinistra. Spostando la custodia per le batterie nella parte alta della tasca e l’alloggio dedicato al radiocomando, sono riuscito a trovare il giusto compromesso tra la necessità di
avere DJI Spark a portata di mano e l’esigenza di riporlo in una posizione comoda, sicura e stabile. Grazie alla tasca laterale, infatti, è possibile estrarre il drone in modo facile e veloce.
Tasca di destra. La struttura di questa tasca pensata per alloggiare il DJI Osmo, è perfetta per ospitare un piccolo cavalletto Manfrotto ed una Nikon KeyMission 360.
Grazie alla tasca rossa che si trova all’interno della sezione, si può trasportare in sicurezza l’action camera senza pericolo di danneggiare le sue delicate lenti.
Inoltre, questa tasca e quella che alloggia lo Spark, permettono l’apertura e lo sgancio rapido della fascia elastica in velcro senza dover necessariamente togliere lo zaino dalle spalle.
Gli alloggi elastici collocati sulla parte esterna dello zaino mi hanno permesso di trasportare comodamente e stabilmente un cavalletto BeFree Advance, anche nelle parti più impegnative del sentiero. Avendo svolto la mia escursione durante una giornata di sole, non ho usufruito della copertura antipioggia situata all’interno della tasca più alta dello zaino. Tuttavia, ho utilizzato l’Hover-25 per trasportare dell’attrezzatura a Milano durante una giornata di leggera pioggia e ho constato che lo zaino ha protetto benissimo l’attrezzatura anche senza la copertura. Ritengo comunque opportuno utilizzare l’apposita copertura in caso di pioggia continua per scongiurare eventuali infiltrazioni che rischierebbero di danneggiare il contenuto dello zaino.
In conclusione ritengo che l’Hover-25 sia uno zaino molto ben realizzato.
Volendo fare un appunto potrei segnalare che, se l’alloggio per il Tablet nella tasca principale, fosse poco più grande vi si potrebbe riporre anche un 13”; al momento è possibile inserirvi al massimo un iPad Pro 9,7’’.
A breve realizzerò altri lavori ad alta quota, e riporrò certamente tutto l’occorrente nello zaino Hover-25 di Manfrotto che, a mio giudizio, è riuscito a conciliare leggerezza, sicurezza dell’attrezzatura, comodità e ottimizzazione dello spazio.

Per seguire le mie avventure @theherdrepresented e @marcorivavideo.

MarcoRiva for Manfrotto Hover-25 MarcoRiva for Manfrotto Hover-25

Top
I nostri brand